I libri per bambini che hanno ispirato i designer

I libri per bambini che hanno ispirato i designer

Childrens Books That Inspired Designers

Forse non ci sono giorni della nostra infanzia che abbiamo vissuto così pienamente come quelli che crediamo di aver lasciato senza averli vissuti, quelli che abbiamo trascorso con un libro preferito, scriveva Marcel Proust nel 1905. Infatti, i libri a cui siamo esposti da bambini, sia che parlano di una giornata nevosa, una grande stanza verde o un'isola di cose selvagge: modella chi siamo e come vediamo il mondo. In onore di quest'anno Settimana del libro per bambini (30 aprile-6 maggio) abbiamo chiesto ai migliori designer e architetti di dirci quali libri d'infanzia hanno apprezzato di più e in che modo queste storie possono averli influenzati nelle loro carriere.

L'immagine può contenere locandina pubblicitaria e testo

Harold e il pastello viola di Crockett Johnson.



Per gentile concessione di HarperCollins Childrens Books

India Mahdavi

'Ricordo con molto affetto Harold e il pastello viola di Crockett Johnson. Harold ha il potere di creare un mondo tutto suo. Può entrare nei suoi disegni, vivere nei suoi disegni e realizzare i suoi sogni con un singolo pastello viola. Un colore, una linea, tanti sogni. E quando è stanco, tira su un letto e va a dormire: un'idea così bella!».

Ellie Cullman, Cullman e Kravis

'Sono cresciuto in una casa modesta a Brooklyn e da Hilary Knight's eloise le illustrazioni mi hanno aperto un nuovo mondo. Sono rimasto totalmente trafitto dall'interno del Plaza Hotel. Anche la copertina - con Eloise appollaiata su una sedia da ballo dorata, che scribacchiava il suo nome su uno specchio di grandi dimensioni in una vignetta che includeva carta da parati a righe e un tappeto a motivi curvilinei - mi parlava di un interno che non avrebbe potuto essere più diverso da quello in cui vivevo . Ero affascinato da tutti i mobili e gli accessori, anche se all'epoca non avevo idea di cosa fossero: consolle con gambe cabriole, tavolini da centro neoclassici, sedie Luigi XIII, cachepot cinesi e palme in vaso ovunque e, cosa più memorabile, la stanza di Eloise e bagno, che probabilmente era più grande del nostro soggiorno».

Miles Redd

'Suppongo che il libro che mi ha rovinato da bambino fosse eloise , e da allora mi ha fatto desiderare la vita in un hotel di lusso. Mi ha anche insegnato a pronunciare correttamente la parola minaccia .'

L'immagine può contenere Poster pubblicitario Collage Paper Art e Tappeto

Una scena da Il giorno della neve di Ezra Jack Keats.

Usato con il permesso della Fondazione Ezra Jack Keats

Sheila Bridges

'Mia madre ha insegnato all'asilo per 25 anni e si è assicurata che avessi i libri di Ezra Jack Keats, come Il giorno della neve , Fischietto per Willie , e Ciao, gatto! — dal momento che all'epoca c'era una tale mancanza di diversità nella letteratura per bambini. Ho ancora le mie vecchie copie e, quando le guardo ora, non posso fare a meno di notare l'incredibile uso di colori, motivi e collage di Keats. Ad esempio, in Il giorno della neve , c'è quella vasca da bagno rosa peonia sul luccicante pavimento piastrellato. Bellissima!'

Stefano Alesch, Roman e Williams

'Robin [Standefer] e io amiamo il meccanismo del teatro della vita. E a quanto pare, eravamo entrambi fan dello stesso identico libro quando eravamo bambini: quello di Richard Scarry Cosa fanno le persone tutto il giorno? Le dettagliate illustrazioni staccabili esaminano la costruzione e offrono una visione dietro le quinte di come è assemblato il nostro mondo. Ci ha spazzato via!'