Perché ho trasferito la mia famiglia da Los Angeles a Jackson, Mississippi?

Perché ho trasferito la mia famiglia da Los Angeles a Jackson, Mississippi?

Why I Moved My Family From L

Ho trasferito la mia famiglia da Los Angeles a Jackson, Mississippi, per una casa. Come tante relazioni, la nostra è iniziata online. Durante il Natale con la mia famiglia nel 2014, io e mia moglie abbiamo annunciato che era incinta di due gemelli. Due settimane dopo, sono andato al mio Gmail e ho scoperto che mia madre, mostrando una materna mancanza di moderazione, ci aveva inviato via email un elenco Zillow di una casa dietro l'angolo da lei, nel caso avessi bisogno di aiuto con i bambini. Era uno splendido edificio georgiano, di mattoni rossi, con le persiane nere e un prato verde in pendenza delimitato da boschetti di magnolie, molto più bello di qualsiasi casa in cui mi sarei mai aspettato di vivere. Era anche nel Mississippi. Alzai gli occhi al cielo e tornai a vivere la mia vita, oltre alla quale, mi ricordai, avevo passato quasi due decenni a costruire fuori dal Mississippi.

La cosa divertente dei bambini, però, è che in fretta la tua vita non è più tua. Quando immagino quegli ultimi mesi a Los Angeles dopo la nascita dei gemelli, sto guadando il nostro ripostiglio, immerso fino alle caviglie in panni di rutto, cambiando l'ennesimo carico di biancheria. Per anni io e Courtenay abbiamo amato la nostra luminosa casa in stile spagnolo. Adesso ci sentivamo degli ostaggi lì, convinti che fuori dalle sue porte l'intera città di L.A. si stesse divertendo più di noi. Quindi non ci volle molto perché la mia mente iniziasse a vagare per quell'altra casa: il suo vasto cortile, la tana rivestita di pannelli di legno, la vicinanza ai miei genitori. Sì, mia madre aveva ragione. Avevamo bisogno di aiuto, preferibilmente del tipo per cui non dovevamo pagare. Questo significava Mississippi o New York, dove vivevano i genitori di Courtenay e dove la nostra mancanza di prospettive di lavoro sembrava molto più scoraggiante. Courtenay accettò. Se potessimo ottenere la casa dei sogni, disse, allora ovviamente dovevamo trasferirci nel Mississippi. Ho iniziato a fare chiamate.



un grande cartello su un edificio dice Welcome to Jackson

Jackson è noto sia per la sua calda ospitalità che per le infrastrutture traballanti.

Quasi un anno dopo la casa era ancora in vendita, ma solo per altri dieci giorni. Il proprietario, un presunto erede di cibi surgelati che si era rivolto al panno, voleva donarlo alla sua chiesa. Ci siamo lanciati con un'offerta bassa, abbiamo chiuso (mi dispiace, Dio) e abbiamo iniziato a fare i bagagli per la nostra avventura. La realtà sarebbe affondata più tardi.

A volte puoi essere accecato dall'amore o dall'infatuazione; gli amici probabilmente pensavano che lo fossimo. Ma a Los Angeles, nessuno è abbastanza diretto da dirti che ti stai comportando come uno sciocco. Invece, una mezza dozzina di amici si sono presentati alla nostra festa di addio con grandi bottiglie di vodka e bourbon per aiutare con il trasloco. Sottotesto: le avventure non sono spesso facili.